UMTS: NESSUN PROBLEMA GIURIDICO PER RAI-TELECOM

14 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Per una possibile alleanza tra la Rai e Telecom Italia per partecipare alla gara per la licenza Umts “non ritengo presenti problemi giuridici”.

L’ha detto il ministro per le Comunicazioni, Salvatore Cardinale, durante l’incontro con i giornalisti a margine della visita al Call center
di Omnitel.

“Non ritengo sia di natura giuridica il problema di una simile alleanza, bisogna invece riflettere se convenga di più che la Rai si accordi con uno dei concorrenti (in questo caso si tratterebbe di Telecom, che è una società privata) o semmai
offra contenuti a tutti senza fare scelte di campo. Naturalmente – ha aggiunto il ministro – io non dò indicazioni e ogni decisione compete al Consiglio di amministrazione della Rai”.

Cardinale e’ entrato anche nel vivo di una polemica che si sta sviluppando nelle ultime settimane tra gli operatori interessati alla licenza per l’ Umts. Si tratta della facoltà,
per quegli operatori che non avranno ottenuto la licenza, di affittare la rete degli operatori vincitori, offrendo così il servizio da operatori ‘virtuali’.

“Ho qualche dubbio – ha detto il ministro – si tratta di licenze concesse dallo Stato e una soluzione di questo tipo sarebbe come affittare una casa a qualcuno che poi la subaffitti. Secondo me – ha aggiunto – una simile condizione potrebbe comportare la rescissione del contratto”.