UK cresce +0,7% in II trimestre. Il terzo Pil migliore del G7 dalla crisi finanziaria

28 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Buone notizie per l’economia del Regno Unito. Nel secondo trimestre dell’anno, il prodotto interno lordo UK è salito +0,7%, accelerando il passo rispetto all’incremento +0,4% dei primi tre mesi del 2015. Si tratta del decimo trimestre consecutivo di crescita per la congiuntura britannica.

Su base annua, il rialzo è stato +2,6%, in calo rispetto al +2,9% di tre mesi fa. Nota stonata il settore edilizio, che ha riportato una performance praticamente piatta, con nessuna crescita riportata rispetto al primo trimestre.

Il settore dei servizi è salito invece dello 0,7%, a fronte del rialzo +1% della produzione industriale. Tuttavia, la produzione manifatturiera è scesa -0,3% nel secondo trimestre, soffrendo l’apprezzamento della sterlina e dunque la maggiore debolezza delle esportazioni.

Il Pil complessivo del Regno Unito è al momento superiore +5,2% rispetto al massimo testato all’inizio del 2008, nel periodo precedente la crisi finanziaria globale. Inoltre, il Pil pro capite è finalmente tornato ai livelli pre crisi.

Il Regno Unito si conferma a questo punto l’economia che registra il terzo tasso di crescita più alto dalla crisi finanziaria, dopo il Canada e gli Stati Uniti, tra i paesi che fanno parte del G7. (Lna)