Ue si difende: “teorie cospirative, nessuna interferenza sull’Italia “

29 Maggio 2018, di Mariangela Tessa

“Non c’è stata alcuna interferenza di Bruxelles nel processo politico in corso in Italia”. Margrethe Vestager, commissaria europea alla concorrenza,  possibile candidata di Emmanuel Macron per il dopo-Juncker, definisce in un’intervista sulla “La Stampa” come “teorie cospirative” le accuse rivolte al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che secondo Lega e M5S avrebbe stoppato il governo Conte su pressione dell’Unione europea.

La commissaria ha poi confermato:

Siamo in modalità wait and see, aspettiamo e vediamo. Gli elettori hanno espresso le loro preferenze votando, hanno eletto un Parlamento e adesso spetta all’Italia decidere che governo ci deve essere. Non tocca assolutamente a noi interferire o dare giudizi. Di certo lavoreremo con il governo che sarà in carica”.

Per ora il rischio di nuove elezioni non preoccupa:
 “Stando qui ho imparato un motto: dobbiamo essere uniti nelle diversità. Siamo molto diversi in Europa. E spetta ai vari Paesi risolvere le questioni politiche interne. Pensate al Belgio: è rimasto più di un anno senza governo”.
Vestager ha poi concluso affermando che è difficile discutere quando gli scenari non sono chiari:
“Domenica c’era una situazione, 24 ore dopo un’altra. E ora non sappiamo che succederà domani”.