Ue gela l’Italia: niente Eurobond

3 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “Non siamo ancora pronti per gli Eurobond. La situazione non è ancora matura”.

Lo ha affermato il Commissario europeo per il Mercato interno e i servizi, Michel Barnier, in audizione alla Camera.

“Ora è urgente prendere iniziative: siamo a un punto di raccordo, è possibile prendere iniziative per la crescita” dopo aver “ristabilito la stabilità finanziaria”.

Ricordando il discorso di ieri del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, Barnier ha sottolineato che la Commissione europea, ha completato “l’agenda finanziaria e adesso – ha detto – bisogna concentrarsi su investimenti e funzionamento del mercato unico, con iniziative per la crescita”.

Parlando della protezione dei fondi di previdenza, Barnier ha auspicato la nascita di uno strumento comunitario, per esempio, un “libretto blu del risparmio europeo per orientare una parte del risparmio per l’innovazione delle Pmi”.

Barnier è stato ascoltato dalla Commissione bicamerale di controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale.

Nella giornata odierna, il Commissario incontrerà il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e nelle prossime ore, con la Commissione, incontrerà il governo Renzi.
(Ansa-TMNews)