Ue: Fiat e Starbucks rischiano di pagare milioni tasse arretrate

20 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – È attesa per mercoledì la decisione dell’Unione Europea in merito all’evasione fiscale in cui sono coinvolte Fiat e Starbucks. Le due aziende rischiano di dover pagare decine di milioni di euro in tasse arretrate. A scriverlo il Financial Times, secondo cui le indagini guidate dal commissario antitrust Ue Margrethe Vestager potrebbero portare ad una sentenza che dovrebbe creare un precedente legale in merito all’evasione fiscale delle multinazionali.

Sarebbero circa 30 milioni di euro le tasse non versate da Starbucks in Olanda dove la catena di caffetteria avrebbe applicato un’aliquota del 2,5% invece di quella effettiva del 25%.

Più alte le stime per la Fiat che non avrebbe pagato 200 milioni di tasse, applicando in Lussemburgo un’aliquota all’1% circa e non del 29%.

Ma il caso che riguarda Fiat e Starbucks sarebbe solo la punta dell’iceberg. Nel mirino del commissario Vestager ci sarebbero da tempo anche Apple e Amazon e le loro pratiche fiscali illegali in Irlanda e Lussemburgo. (Aca)