UBS ottimista su economia Europa, crede in un rafforzamento euro

6 Luglio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – A dispetto delle forti tensioni provocate dal caso Grecia, e dalle incognite sul futuro non solo del paese ellenico, ma anche dell’intera Europa Axel Weber, presidente del consiglio d’amministrazione di Ubs, rimane fiducioso sulla ripresa dell’economia dell’Eurozona e, pertanto, crede in un rafforzamento dell’euro e dunque, come conseguenza, di una pressione sul franco svizzero.

In un’intervista rilasciata a ‘Zentralschweiz am Sonntag’, Weber ha affermato che il problema del franco si risolverà “soltanto quando l’Europa conoscerà una nuova crescita economica e un nuovo dinamismo”.

E su questo il dirigente è ottimista. “I provvedimenti politici e le misure di politica fiscale adottati danno i primi effetti”, afferma, facendo notare che nel primo trimestre l’Europa è cresciuta più che negli Stati Uniti. “Ciò lascia presagire che certi problemi potranno essere risolti durante l’anno. Questo dovrebbe attenuare anche la pressione sul franco svizzero”. (Lna)