Trump incontra Papa Francesco, uno dei suoi più grandi detrattori

24 Maggio 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Il presidente americano Donald Trump è a Roma e ha incontrato Papa Francesco. Un incontro particolarmente atteso viste le dichiarazioni agli antipodi espresse in campagna elettorale.

Papa Bergoglio ha infatti criticato la scelta di Trump di costruire il muro ai confini del Messico – affermando che un uomo che pensa di costruire muri e non ponti “non è cristiano” –  e le sue politiche anti Islam e  contro gli immigrati. Dal canto suo Trump aveva giudicato vergognoso il fatto che il Papa nato in Argentina, rappresentando poco più della metà dei due miliardi di cristiani nel mondo, possa mettere in discussione la sua fede.

“Se e quando lo Stato vaticano verrà attaccato dall’Isis, essendo un suo obiettivo, vi dico che il papa pregherà affinché Donald Trump diventi presidente”.

Queste le parole del tycoon durante la campagna elettorale. Nonostante le tensioni, Papa Francesco la scorsa settimana ha affermato che non voleva giudicare prima di conoscere direttamente il presidente americano.

Durante l’incontro di oggi, tenutosi nella Sala del Tronetto dell’appartamento papale, Trump, accompagnato dalla moglie Melania e dalla figlia Ivanka con il marito Jared Kushner, ha sottolineato di essere onorato di aver conosciuto il Papa.  Il Pontefice ha regalato a Donald Trump, il libro “La non violenza, stile di una politica per la pace“, soffermandosi in particolare con il presidente statunitense su alcuni brani che ha indicato sfogliando il libretto.

“Questo glielo regalo perché lei sia strumento di pace” ha detto Bergoglio.

Dopo l’incontro con papa Francesco in Vaticano, la delegazione statunitense visiterà la Cappella Sistina, prima di recarsi al Quirinale per il colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La mattinata si concluderà con un terzo incontro, con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a Villa Taverna, residenza dell’ambasciatore americano dove hanno alloggiato i Trump.