Truffa diamanti, Aduc: banche pagheranno il 100%

5 Marzo 2019, di Mariangela Tessa

Si avvia ad una soluzione lo scandalo dei diamanti venduti allo sportello dalle banche come forma di investimento. Secondo quanto riporta Milano Finanza “una delle maggiori associazioni dei consumatori, Aduc, che da anni segue il caso per conto di circa 2mila clienti (che hanno investito fra 20mila e 800mila euro a testa), ha trovato un accordo con quattro delle cinque banche coinvolte”.

Su legge sul quotidiano online:

“All’inizio Unicredit aveva deciso di pagare subito, poi ha fatto marcia indietro e di recente, quando è fallita Intermarket Diamond Business, è tornata a restituire il valore completo della pietra”, ha spiegato al quotidiano economico Giuseppe D’Orta, responsabile della tutela dei risparmiatori per conto di Aduc. Che ha continuato: “E anche Mps ha iniziato da un mese a questa parte a effettuare i bonifici per il valore originario delle pietre, mentre Intesa Sanpaolo ha chiuso il capitolo da tempo rimborsando l’intera quota”, aggiunge D’Orta.

Ancora incerta la posizione di Banco Bpm. Si legge ancora sul quotidiano:

“secondo alcune associazioni dei consumatori avrebbe presentato un’offerta mista, il 50% in contanti e il 50% attraverso un bond emesso dal gruppo. Contattata da milanofinanza.it, la banca ha smentito spiegando che ad oggi sta trattando le situazioni in maniera separata, una ad una”.