Triboo Media: in crescita nel 2015. Corno: “Sfida è restare innovatori”

1 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Risultati di bilancio positivi per Triboo Media, la società italiana specializzata in editoria e pubblicità online del presidente Giulio Corno, fra le maggiori società dell’Aim.

Triboo Media ha acquistato gli asset editoriali di Wall Street Italia, attraverso la controllata Html srl, nel novembre del 2014.

“Stando a quanto reso noto dal cda della società, che ha approvato i risultati finanziari del 2015, nell’esercizio 2015 i ricavi netti consolidati si sono attestati a 33,2 milioni di euro, in crescita del 17,5% rispetto ai 28,2 milioni di euro dell’esercizio precedente. Rispetto al 2014 il Gruppo ha migliorato anche il margine operativo lordo (6,6 milioni di euro, +35,9%) e il risultato netto (2,9 milioni, +50,4%). La crescita dei ricavi per vendita di pubblicità è stata dell’11,6%, in un mercato dell’advertising digitale che in Italia, secondo le stime di FCP, è rimasto sostanzialmente costante rispetto all’anno scorso (-0,7%).

Nella nota si legge:

“La crescente sinergia tra editoria, innovazione e ricerca tecnologica, rafforzata dalle recenti acquisizioni, conferma la qualità delle scelte strategiche e di sviluppo del Gruppo”.

Così Giulio Corno, fondatore e presidente di Triboo Media, a margine del CdA:

“La sfida è restare innovatori”.

Corno ha commentato i risultati:

“Il 2015 è stato un ottimo anno per Triboo Media; al di là dei risultati economici, caratterizzati da crescite double digit sia a livello di ricavi (+17%) che di utile netto (+50%), ci siamo rafforzati a livello manageriale con l’entrata nel team di Cristina Pianura,  amministratrice delegata di Prime Real Time, di Shahram Bahadori, nuovo Chief Innovation Officer e di Andrea Paleni, nuovo Chief Technical Officer dell’asa Advertising, che si uniscono a Francesco Rizzardi, CEO dell’asa Advertising e ad Enrico Ballerini, CEO dell’asa Editoriale”.

Il manager ha continuato:

“Questo team di persone, professionale ed energetico nel 2016 ci permetterà di cogliere le opportunità di mercato legate alla crescita nell’utilizzo del canale mobile, alla creatività interattiva e all’esplosione dei formati native. In questo ambito sono in corso contatti e negoziazioni finalizzati alla realizzazione di accordi con partner tecnologici internazionali”.

Corno ha concluso:

“Nella nostra visione la pubblicità sul web diventerà un servizio sempre più personalizzato e offrirà esperienze di fruizione sempre più coinvolgenti. Si tratta di un percorso, già ampiamente in atto, in cui la sinergia tra tecnologia, creatività e capacità di raggiungere il target in modo mirato sarà una chiave di interpretazione irrinunciabile per continuare a competere. La nostra sfida è quella di giocare un ruolo di innovatori in questo scenario di riferimento in rapida evoluzione”.

Tornando ai risultati di Triboo Media, nell’esercizio 2015 il margine operativo lordo consolidato (EBITDA) si è attestato a 6,6 milioni di euro, con un incremento del 35,9% rispetto ai 4,85 milioni di euro al 31 dicembre 2014. Il risultato netto consolidato si è attestato a 2,9 milioni di euro (+50,4% rispetto ai 1,9 milioni del 2014), con una marginalità sui ricavi salita dal 6,3% all’8,9%. La posizione finanziaria netta consolidata al 31 dicembre 2015 è risultata positiva per 9,4 milioni di euro (12,63 milioni di euro nel 2014), già al netto delle acquisizioni effettuate per 6,64 milioni di euro e della distribuzione dei dividendi relativi all’esercizio 2014 per 1,99 milioni di euro.

Nel corso dell’esercizio 2015, ricorda Triboo Media, la società ha proseguito il suo percorso di crescita per linee esterne, portando a termine l’acquisizione degli asset editoriali di  studentville.it  per 0,3 milioni di euro, acquisendo il 100% del capitale sociale di Brown Editore S.p.A., per un controvalore di 3,75 milioni di euro, e le attività in Italia di Prime Real Time BV, la prima piattaforma indipendente di real time bidding basata su audience italiana, per un controvalore di 2,7 milioni di euro.