TOKYO IN LIEVE RIALZO, PREVALE LA PRUDENZA

3 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

–- Una prima reazione positiva alle conclusioni del vertice G-20, ma poi è prevalsa la prudenza e la spinta ai realizzi: la Borsa di Tokyo ha chiuso oggi con l’indice Nikkei in leggero rialzo dello 0,34% a 8.749.84 punti, comprimendo la fiammata iniziale dei corsi al pari di quanto accaduto presso altre altre piazze asiatiche. L’esito del summit londinese sembra aver relativamente incoraggiato gli investitori, almeno con la riaffermazione di un sforzo comune per fronteggiare la crisi globale, ma senza entusiasmare.

Altri fattori deponevano oggi in favore di un progresso dei corsi: la precedente chiusura positiva di Wall Street, le notizie dal settore manifatturiero cinese, l’allentamento delle regole Usa sull’accounting market-to-market e sulla valutazione degli asset tossici, più il fatto che per la prima volta da circa sei mesi il dollaro ha riguadagnato brevemente quota 100 sullo yen. Alla fine, però, il mercato ha ridimensionato i livelli massimi da tre mesi toccati dall’indice in prima mattinata. A consigliare prudenza ci sono anche le indicazioni sempre più precise sul prossimo lancio di un missile a lunga gittata – con la copertura di un test satellitare – da parte della Corea del Nord: fonti americane e giapponesi hanno suggerito che il lancio – destinato a rilanciare le tensioni regionali – potrebbe avvenire già domani. Tra i titoli in evidenza si segnala quello di Mitsubishi Motors, dopo l’annuncio che la società intende raddoppiare i target di produzione delle sue auto elettriche.Intanto il colosso bancario Mitsubishi Ufj sta emergendo come il candidato più probabile per acquisire la società di brokeraggio Nikko Cordial, che Citigroup dovrebbe vendere entro la fine del mese prossimo.

Copyright © Il Sole 24 Ore. Riproduzione vietata. All rights reserved

parla di questo articolo nel Forum di WSI