TLC: TIM MIGLIORE DEL COMPARTO EUROPEO

6 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

TIM ha presentato mercoledì, a mercati chiusi, una semestrale in linea con le aspettative, secondo gli analisti. Il titolo però non sale, anzi perde terreno.

“La semestrale è buona – dice un analista di una primaria Sim milanese che per politica aziendale non vuole essere citato – benchè i dati lascino spazio a interpretazioni sia positive che negative. Senza dubbio la crescita c’è, anche dal punto di vista del margine operativo lordo (Ebitda). E’ inevitabile che il secondo trimestre sia peggiore del primo, perché ci sono, tra l’altro, maggiori investimenti pubblicitari”.

“Per quanto riguarda l’andamento odierno del titolo – dice ancora l’analista della Sim milanese – è chiaro che sono in atto alcune operazioni di trading tra i titoli della scuderia Pirelli, che ieri hanno perso molto terreno, mentre TIM è stato il titolo del gruppo che ha perso meno, il 3,5%. Poi la verità è che in questo momento le tlc non vanno di moda”.

“Resta comunque un dato molto chiaro – conclude l’analista – e cioè che TIM è il miglior titolo europeo del settore. Personalmente ritengo che la crescita a fine anno della società capogruppo si possa tranquillamente attestare sul 12%-13%, una crescita molto robusta vista la crisi del comparto, e con un dividendo certamente in crescita. Bisognerà vedere anche come andrà la crescita del mercato nei prossimi 2-3 anni. C’è una grossa incognita rispetto alle potenzialità del settore con l’arrivo della tecnologia Gprs e UMTS, sui quali l’incertezza regna sovrana”.

Secondo Diego Mihalich, analista di Gestnord Intermediazione Sim, “gli utili sono sostanzialmente in linea con le aspettative. Per quanto riguarda la performace odierna, è chiaro che si tratta di uno switch legato alle vicende interne del gruppo dopo i ribassi di mercoledì”.

Per Antonio Ranieri, analista di Uniprof, “il fatturato è in linea con il consensus del mercato, i marigni sono invece leggermente migliori del previsto. Il titolo – dice ancora Ranieri – è sicuramente penalizzato dall’andamento del comparto delle tlc in Europa, ma resta di gran lunga il più profittevole. Di certo c’è che non è ancora arrivato il momento giusto per il settore dei telefonici”.

SUGLI UTILI TIM VEDI:


UTILI: TIM, UTILE NETTO 1° SEMESTRE +31,4%
E ANCHE:


UTILI: TIM, COSA PREVEDONO GLI ANALISTI