TLC: FONDO TENTA BLOCCO CONVERSIONE AZIONI TI

19 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il fondo Liverpool Ltd. Partnerships, oggi dovrebbe presentare una petizione di azionisti possessori di azioni di risparmio con abbastanza azioni da bloccare la conversione delle azioni risparmio Telecom Italia in azioni ordinarie, riporta oggi il giornale britannico The Independent on Sunday.

Telecom Italia ha detto che convertirà le azioni di risparmio solo se gli azionisti che possiedono almeno l’80% delle azioni di risparmio aderiscono all’operazione.

La conversione sarà effettuata previo pagamento di un prezzo di conversione di minimo €6,25 per azione. In caso l’adesione all’operazione di conversione fosse superiore all’80% ma inferiore al 100%, le azioni di risparmio non convertite rimarranno in circolazione.

Le azioni ordinarie emesse in sede di conversione, così come le azioni di risparmio convertite, avranno godimento primo gennaio 2000.
Nel caso di adesione totale alla conversione, la quota dei diritti di voto di Telecom Italia detenuta da Olivetti passerà dall’attuale 54,8% a circa il 40%, allineandosi alla quota di capitale complessivo attualmente posseduta, che resta inalterata.