TLC: EU, MONTI NON CEDE A WORLDCOM

15 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il commissario europeo per la concorrenza Mario Monti ha annunciato questa mattina che la Commissione Europea non avra’ nessuna difficolta’ a difendere la decisione di bloccare la fusione da $115 miliardi fra WorldCom Inc. (WCOM) e Sprint Corp. (FON).

WorldCom, la seconda societa’ di telefonia negli Stati Uniti e il primo Internet carrier nel mondo, ha annunciato all’inizio della settimana l’intenzione di portare il giudizio in appello presso la Europen Court of First Instance, la corte europea di prima istanza, con l’obiettivo, non di risuscitare la fusione, ma di facilitare accordi ed alleanze future.

“E’ nel loro pieno diritto – ha commentato Monti – Sono tuttavia convinto che la corte confermera’ quanto deciso dalla Commissione”.