TLC: BLU, GLI AZIONISTI PER ORA NON DEVONO PAGARE

9 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

La seconda sezione del Tar del Lazio ha deciso di sospendere l’escussione e di congelare la fideiusssione da 4.000 miliardi prestata da Blu per la gara UMTS.

Ciò significa che per ora gli azionisti del consorzio Blu non devono mettere mano al portafoglio.

La decisione è stata presa perchè altrimenti, hanno spiegato i giudici, si sarebbe prodotto un “danno irreparabile, non solo per Blu, che avrebbe rischiato di saltare, ma anche per il mercato delle telecomunicazioni, vista la possibile scomparsa di un operatore”.

In Borsa il titolo Autostrade, principale azionista di Blu, sta guadagnando il 2,19% a 6,91 euro.

Il Tar è il Tribunale amministrativo regionale.