TIM E TELECOM PRONTE A SFIDARE I MERCATI

24 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Per Tim si avvicina il momento della verità. Tra poco sapremo se la società di telefonia mobile del gruppo Pirelli riuscirà a convincere investitori e operatori sul proprio stato di salute.

Nei giorni scorsi si sono pronunciate molte banche d’affari. Lehman Brothers, che ha confermato il rating “market performer” sul titolo, con un fair value a €5,50, per il primo semestre 2002 si aspetta un fatturato di €5.119 milioni e un Ebitda (o Mol, margine operativo lordo) a €2.464 milioni.

Per Jp Morgan, i ricavi saranno invece di €5.143 milioni e un Ebitda a €2.453 milioni.

Societè Generale stima invece un fatturato pari a €5.169 milioni e un Ebitda di €2.449 milioni.

Giovedì sarà la volta di Telecom Italia, che Merrill Lynch giudica “strong buy”.

La banca d’affari crede che il fatturato del gruppo sarà di €7.748 milioni, mentre l’Ebitda è stimato a €3.360 milioni

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana