Tesla Model 3 congelate per il freddo: clienti Usa irritati

5 Febbraio 2019, di Alberto Battaglia

La Tesla Model 3, il veicolo più accessibile della casa fondata Elon Musk, non sembra attrezzata per far fronte al freddo invernale. È quanto emerge da diverse segnalazioni dei clienti nordamericani, alle prese con temperature particolarmente rigide in questi giorni.

I reclami non riguardano solo la tenuta delle batterie in condizioni di gelo, un problema che affligge anche le vetture della concorrenza. La conformazione delle maniglie della Model 3, infatti, rende difficoltosa l’apertura quando uno strato di ghiaccio blocca la fuoriuscita della bacchetta (per estrarla è necessaria una pressione sull’estremità).

Su Twitter si leggono le foto delle maniglie congelate accompagnate da frasi del tipo: “non posso aspettare tutto il giorno per colpa di questa stupida macchina”. Su Youtube, invece, sono comparse diverse guide per sbloccare le portiere, utilizzando coperture adesive o liquidi anti-ghiaccio.

 

Anche le batterie elettriche si stanno rivelando vulnerabili al freddo. Le temperature rigide, infatti, tendono a far disperdere la carica molto più in fretta. Con tutti i disagi e le frustrazioni che ne derivano. In questo caso, perlomeno, le conseguenze peseranno anche sulle auto elettriche concorrenti di Tesla.