TELEFONI CELLULARI: 1 MILIARDO ENTRO L’ANNO 2002

4 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

I maggiori ‘player’ del mondo delle telecomunicazioni wireless sono certi che quest’anno la richiesta aumentera’. Si dovrebbe infatti finalmente registrare la crescita di utenti cellulari che si collegano all’Internet attraverso sistemi portatili.

Ericsson (ERICY), il leader tra i produttori di sistemi di telefonia cellulare, ha riportato venerdi’ scorso utili superiori alle aspettative, con vendite in aumento del 17%, compreso il 40% di crescita nei sistemi mobili. La societa’ prevede una crescita delle vendite del 30% nel primo trimestre dell’anno e un 20% in piu’ per tutto il 2000.

Nokia (NOK) che ha comunicato qualche giorno fa i dati di bilancio (vedere articolo: gli utili erano previsti in 67 centesimi per azione ma sono stati superiore del 10%) prevede che gli utenti di telefoni cellulari raggiungeranno il miliardo entro la fine del 2002, un anno prima di quanto precedentemente creduto.

Motorola (MOT), il secondo produttore di telefoni cellulari, ha riportato vendite in aumento del 13%, anche se l’enorme domanda ha causato scarsita’ di componenti e di conseguenza la perdita di varie centinaia di milioni di dollari di fatturato.

La richiesta di telefoni cellulari, secondo David Heger di A.G. Edwards & Sons, dovrebbe crescere del 30% annuo nei prossimi cinque anni, ed e’ il risultato di vari fattori.

Innanzitutto il calo dei prezzi dei servizi cellulari che si sta verificando sia negli Stati Uniti che all’estero. “Quando la penetrazione del mercato raggiunge il 20-30%, i provider cominciano ad offrire nuovi pacchetti di servizi a prezzi piu’ abbordabili”, commenta Heger.

Il 40% delle vendite rappresenta poi la sostituzione di apparecchiature, sia in favore di nuovi modelli, sia per la perdita di quelle esistenti. Infine la telefonia mobile rappresenta il modo piu’ economico di portare il servizio telefonico nei Paesi in via di sviluppo, come dimostra l’accordo annunciato oggi da Qualcomm (QCOM) con la Cina.

Nokia per esempio ha annunciato la scorsa settimana che fornira’ il servizio GPRS alla maggiore societa’ telefonica russa per il collegamento all’Internet attraverso i telefoni cellulari. E Ericsson ha confermato che gli ordini in Cina sono saliti nell’ultimo trimestre del 22%.