Telecom Italia dice addio al canone, lancia “Tutto Voce”

13 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Telecom Italia avvia una nuova semplificazione tariffaria e dice addio al canone. Dal 1° maggio farà evolvere la linea telefonica di casa verso un’offerta di tipo “flat” che comprende anche chiamate illimitate verso tutti i telefoni fissi e i cellulari nazionali, a fronte di un’unica voce di spesa.

Si tratta dell’offerta “Tutto Voce” che supera la tradizionale distinzione in bolletta tra il costo per l’accesso al servizio telefonico e quello sostenuto per effettuare le chiamate, a favore di una soluzione “tutto compreso” che, con 29 euro al mese, offre la totale libertà sui consumi con la certezza della spesa, in linea con le richieste e gli orientamenti del mercato. Lo ha detto l’amministratore delegato Marco Patuano alle associazioni dei consumatori, spiegando che a partire dal mese di luglio la bolletta Telecom Italia diventerà mensile per offrire ai clienti “una maggiore consapevolezza della spesa sostenuta”.

“I risultati raggiunti – ha spiegato Patuano – hanno portato Telecom Italia a cambiare il paradigma della concorrenza, passando da un mercato in cui la competizione tra gli operatori si basava sulla cosiddetta ‘guerra dei prezzi’ a un mercato caratterizzato invece dalla qualità dei servizi e soprattutto dalla piena disponibilità di una rete ultrabroadband per usufruire di prodotti innovativi”.

Analogamente, per tutti coloro che oltre alla linea telefonica di base utilizzano anche il servizio Adsl, la linea evolverà verso l`offerta “Tutto” che aggiunge alla connessione illimitata anche tutte le chiamate verso i telefoni fissi e i cellulari nazionali, a fronte di un prezzo unico di 44,90 euro al mese.

Spiega Telecom: “Una particolare iniziativa che ha l`obiettivo di diffondere maggiormente l’utilizzo delle connessioni a banda larga e ultrabroadband, riguarderà i clienti che hanno scelto Telecom Italia da più di 10 anni: coloro che hanno soltanto la linea telefonica di base, avranno la possibilità di usufruire gratuitamente per un anno del servizio Adsl “flat”, mentre chi ha già l`Adsl potrà passare alla fibra ottica mantenendo lo stesso prezzo”.

I clienti possono sempre scegliere altre soluzioni di offerta, in base alle proprie esigenze di comunicazione, compresa la possibilità di mantenere un’ offerta con traffico voce a consumo che prevede un costo di abbonamento di 19 euro al mese.

I nuovi prezzi non riguarderanno i clienti che già utilizzano specifiche offerte a “pacchetto” che includono servizi voce, dati e la linea telefonica, coloro che beneficiano delle condizioni agevolate e i titolari della Carta Acquisti (cosiddetta “Social Card”).

Tra le strategie commerciali, l’avvio del processo di rebranding che porterà gradualmente, da oggi al 2016, a riposizionare l’intera offerta fissa, mobile e Internet del Gruppo, dove Tim diventerà l’unico marchio commerciale per proporre ai clienti servizi e novità tecnologiche caratterizzati da standard qualitativi sempre più elevati.