TECNOST E OLIVETTI, OGGI I CONSIGLI

15 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Si riuniranno nel primo pomeriggio a Milano i Consigli di amministrazione di Tecnost, prima, e di Olivetti poi. Al centro dei lavori le valutazioni sulle ipotesi di accorciamento della catena di controllo del Gruppo Telecom, attraverso la fusione delle due società. Un comunicato è atteso per la serata.

Secondo il Financial Times, la fusione semplificherebbe la struttura del management che controlla Telecom Italia. In base alla chiusura di venerdì, il concambio dovrebbe essere 1,06.

La fusione ridurrebbe al 20% la quota che Colaninno e soci possiedono in Olivetti attraverso la finanziaria lussemburghese Bell. Colaninno ha però fatto sapere di voler risalire al 30% nella nuova società per mantenere una quota di controllo tale da impedire eventuali scalate.

La nuova società assorbirà debiti per 15 miliardi di euro (un euro vale 1936,27 lire) da Tecnost e per 2,5 miliardi da Olivetti. A questo proposito c’è parecchio timore da parte degli investitori, specie gli obbligazionari: temono infatti che il consolidamento di questi debiti sotto un unico tetto porterà a un taglio del rating dei bond Tecnost. Ma secondo alcuni analisti,Olivetti prenderà certamente in considerazione le preoccupazioni degli investitori obbligazionari, introducendo dei meccanismi per garantire i loro interessi.