TECNOLOGIA E BORSA: DRITTE PER ACQUISTI…ECONOMICI

21 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Come il successo dell’iPad dimostra, le persone non si stancano mai di nuovi gadget supertecnologici. E le societa’ che hanno contribuito a questa frenesia restano delle valide opportunita’ di investimento. Soprattutto se hanno in cantiere nuove soprese.

Con i portafogli dei consumatori pronti per essere aperti pur di aggiudicarsi l’ultima invenzione (o dispositivo macina profitti?), con Apple su nuovi livelli record e con la corsa del Nasdaq 100 in atto da ormai un anno (l’incremento e’ del 61% contro un +29% dell’S&P 500), la domanda sorge spontanea: gli investitori hanno perso il treno…dei guadagni?

La risposta e’: no. Purche’ si sappia cercare. Alcune azioni, infatti, risultano ancora economiche. Tra le societa’ monitorate da Thomson Reuters nel comparto dell’hardware e del software, ci sono casi in cui i prezzi dei titoli sono 1.5 volte piu’ alti dei profitti attesi nei prossimi 12 mesi. Questo indicatore, noto come price-earning ratio, e’ vicino ai minimi di sempre. E’ il 23% piu’ economico dello stesso valore per l’S&P 500.

Quali criteri inseguire per scovare le societa’ quotate che vantano un trend promettente? Semplice: basta inseguire i trend in atto nel settore. Ecco quali.

>>>>>QUESTO ARTICOLO E’ RISERVATO A MONEY MANAGER E GESTORI DI FONDI. PER LA LETTURA E’ RICHIESTO L’ABBONAMENTO A INSIDER. Ci si puo’ abbonare in pochi secondi. Per 1 mese, costa solo 0.86 euro al giorno.