TASSI USA: COME REAGIRA’ IL MERCATO

21 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

Oggi il Federal Open Market Committee (FOMC) annuncera’ le proprie decisioni riguardo ai tassi d’interesse. La decisione della Fed dovrebbe essere circoscritta a tre possibilita’:

1) lasciare i tassi immutati;
2) taglio di un quarto di punto, come il mercato si attende;
3) taglio di mezzo punto.

E’ difficile prevedere quale sara’ la reazione del mercato in ognuno dei tre casi.

Infatti, anche in passato gli indici hanno avuto comportamenti differenti in occasione dei sei tagli dei tassi d’interesse apportati dalla Fed dal 3 gennaio ad oggi (l’ultimo risale allo scorso 27 giugno), come mostra la tabella sottostante.

Probabilmente un taglio di 50 punti base spaventerebbe gli investitori, alimentando i dubbi sulla posiibilita’ di un ulteriore peggioramento dell’economia americana.

Un taglio di 25 punti base, largamente atteso dal mercato, potrebbe avere un effetto positivo sui listini, soprattutto se sara’ accompagnato da parole incoraggianti da parte di Greenspan circa il futuro dell’economia a stelle e strisce.

L’eventuale decisione di lasciare i tassi immutati potrebbe da una parte deludere i mercati, lasciando presagire che la politica espansiva della Fed sia giunta al termine. Dall’altra pero’, potrebbe significare che Greenspan e gli altri membri del FOMC vedono un recupero dell’economia ormai alle porte.

REAZIONE DELL’INDICE S&P 500 AI PRECEDENTI TAGLI DEI TASSI

DATA

AMPIEZZA TAGLIO
DEI TASSI

VARIAZIONE
INDICE S&P 500

3 gennaio

0,50%

+5,0%

31 gennaio

0,50%

-0,6%

20 marzo

0,50%

-2,4%

18 aprile

0,50%

+3,9%

15 maggio

0,50%

+0,04%

27 giugno

0,25%

-0,5%

VEDI:


FED E TASSI USA: SPECIALE WALL STREET ITALIA