Tassi di mercato in rialzo. Calano i periferici

11 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Siena – Tassi di interesse: in area Euro i tassi di mercato sono saliti su tutta la curva governativa e swap, mentre sui periferici si è registrato un calo degli spread ad eccezione del Portogallo che ha messo a segno un nuovo massimo.

In Finlandia è atteso entro venerdì il voto del Grand Committee, la commissione finlandese (composta di 25 membri incaricata di esprimere la pozione del parlamento in tema di legislazione Ue) che dovrà esprimersi sul piano di aiuti al Portogallo. In base a quanto riportato dal Wsj, al momento 12 dei 25 membri si sarebbero dichiarati a favore del piano. Tra i contrari figura il partito populista dei True Finns.

In merito alla situazione greca, la cancelliera Merkel, ha dichiarato che occorrerà prima verificare l’esito della missione congiunta ad Atene della Commissione Europea, Fmi e Bce (iniziata ieri), formalmente incaricata di verificare lo stato di avanzamento delle riforme per procedere all’erogazione di un’ulteriore tranche del piano da 110Mld€.

Di fatto l’esito della missione sarà probabilmente decisivo anche per decidere su un’eventuale alleggerimento del piano in essere e/o la concessione di un altro prestito. Tra le opzioni in discussione vi sarebbe l‘estensione delle scadenze, l’accesso della Grecia al fondo Efsf e l’utilizzo di asset statali come garanzia.

In Germania sembra però crescere il malcontento verso l’ipotesi di ulteriori piani di aiuti, per accettare i quali il governo tedesco sembrerebbe essere intenzionato a richiedere in primo luogo un’estensione delle scadenze dei bond 2012 e 2013, ma potrebbe prendere in considerazione una combinazione di tale ipotesi con la possibilità di accesso al fondo Efsf.

La perdita di consensi della colazione della Merkel, ha portato il partito FDP (uno dei partiti della colazione che nelle recenti elezioni regionali è andato al di sotto della soglia di sbarramento del 5% in due stati) a varare un rimpasto della compagine dei propri ministri al governo. Il prossimo 22 maggio sono previste elezioni regionali nella città stato di Brema.

Oggi è atteso l’incontro tra la cancelliera Merkel ed il presidente della commissione europea Barroso.

Il membro della Bce, Gonzales-Paramo, ha dichiarato che non è sicuro che la Grecia riesca a tornare sul mercato il prossimo anno, richiamando l’attenzione anche sulla necessità che la Spagna implementi ulteriori riforme per la crescita.

In merito alla politica monetaria della Bce, Nowotny, ha dichiarato che sono probabili ulteriori rialzi del tasso di riferimento.

Secondo il quotidiano tedesco Die Zeit, la cancelliera Merkel supporterebbe la candidatura di Draghi alla presidenza Bce. Oggi in Germania sarà emesso il nuovo titolo a due anni per un ammontare fino a 7 Mld€.

Negli Usa tassi di mercato in rialzo in un contesto di continuazione del rialzo dei listini azionari sostenuti soprattutto dal comparto utilities e telecomunicazioni. Ieri è arrivata la notizia dell’acquisizione di Skype da parte di Microsoft per 8,5Mld$.

Il recupero delle materie prime insieme alla continuazione del processo di fusioni ed acquisizioni ha contribuito a migliorare la percezione degli operatori sulle prospettive future.

Sul mercato obbligazionario il rialzo dei tassi di mercato è verosimilmente ricollegabile alle due delicate emissioni sul comparto a 10 anni oggi (24Mld$) e 30 anni domani. Si tratta infatti di emissioni il cui esito è particolarmente monitorato dagli operatori in vista del raggiungimento del tetto sul debito fissato a circa 14.300Mld$.Sul fronte macro è continuato il rialzo dei prezzi alle importazioni di aprile, con la componente alimentare in recupero di circa il 20% a/a.

Valute: l’euro ha ieri registrato un recupero verso dollaro, in parte in seguito alla notizia di un possibile piano da 60Mld€ per la Grecia.

Il recupero del greggio ha contribuito anche esso a far deprezzare il biglietto verde. Nel breve il primo livello di resistenza si colloca a quota 1,4440. Yen in deprezzamento in un contesto di rialzo delle borse asiatiche. Verso euro il cross si è portato in prossimità della resistenza 117. Il supporto passa da 115. Verso dollaro il cross si colloca a 79,55 e la resistenza in prossimità di 81.

Stabile lo yuan cinese vs dollaro dopo una serie di importanti dati macro annunciati nella notte. In particolare ad aprile è leggermente calata l’inflazione (al 5,3% dal 5,4%). Per il quarto mese consecutivo il dato si attesta al di sopra del target governativo pari al 4%.

Materie Prime: ieri la giornata è stata positiva per le materie prime. All’interno dell’indice Gsci, solamente cacao (-0,3%), suini (-0,7%) e caffè (-1,9%) hanno chiuso in ribasso. Il petrolio ha proseguito la fase di recupero: greggio Wti (+1,3%), Brent (+1,5%). In rialzo anche i metalli industriali ed i preziosi. Tra gli agricoli i migliori sono stati zucchero (+4,3%) e cotone (+4,1%). Oggi è in programma il report mensile del dipartimento dell’agricoltura Usa con le previsioni sull’andamento dei principali raccolti del paese e nel mondo.

Copyright © Servizio Market Strategy MPS Capital Services per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Capital Services ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.