TASSI: DANIMARCA ALZA IL PRONTI CONTRO TERMINE

di Redazione Wall Street Italia
29 Settembre 2000 10:03

La Banca Centrale danese ha aumentato il tasso di intervento pronti contro termine di 50 punti base al 5,6%.

La decisione giunge all’indomani del referendum che ha stabilito la non adesione del Paese al sistema dell’euro. Ha effetto immediato e segue, spiegano i vertici dell’istituto centrale, “le recenti pressioni sulla corona, che hanno spinto
l’istituto a intervenire a sostegno della moneta. L’aumento è stato deciso anche per evitare incertezze sul corso della corona”.

Il tus, tasso ufficiale di sconto, resta al 4,5%.

La Danimarca aveva già alzato il pronti contro termine di 10 punti base tre giorni fa, dopo l’aumento del tasso marginale registrato all’asta Bce.

(Vedi EU: la Danimarca dice “no” alla moneta unica)