Tasse, multe e bollette on line. Tutti i dettagli

9 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Nell’era del digitale, anche la Pubblica Amministrazione pensa a snellire le procedure per il pagamento nei propri sportelli pubblici. Verrebbero così tagliate energicamente le file agli sportelli attraverso l’utilizzo delle carte di pagamento. Almeno in teoria.

Il documento in corso di scrittura e le tempistiche previste, che farebbero slittare al 2014 l’effettiva attivazione del servizio, indicano quanto sia difficile passare dalla teoria ai fatti. Se l’operazione andasse in porto, però, si tratterebbe di una soluzione conveniente per entrambe le parti. I cittadini potrebbero sfruttare offerte già proposte dalla propria banca, ovvero i canali dedicati al pagamento di imposte e tributi tramite Visa, MasterCard, CartaSi, o direttamente via internet banking e presso i bancomat.

La PA, invece, risparmierebbe sui costi correnti di uffici e sportelli favorendo e incentivando anche l’utilizzo di sistemi di pagamento tracciabili, secondo una strategia promossa dai recenti controlli fiscali (Redditometro docet).

In conclusione, multe, tasse, bollette, ticket sanitari e simili potrebbero presto diventare digitali, ma non è sicuro quando. Lo spettro del ritorno dell’instabilità politica minaccia la vita di questo e di altri provvedimenti, tanto attesi da chiunque voglia semplificare l’apparato burocratico.

In Italia si parla da anni di procedure online che migliorino la vita dei cittadini, ma il decreto legge 179 era già stato varato nel 2012. Soltanto oggi, l’Agenzia per l’Italia digitale sta tentando di concretizzarlo attraverso un documento generale. Anche i cittadini sono invitati a partecipare, inviando le proprie osservazioni entro la fine di settembre a lineeguidapagamenti@agid.gov.it.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Super Money – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Super Money. All rights reserved