apertura wall street pagina 26

Wall Street torna a temere l’impatto del coronavirus, apertura in ribasso

La borsa americana ha reagito con una nuova apertura in ribasso al continuo aumento dei casi di contagio da coronavirus (7.700), che alimentano le paure per le possibili conseguenze economiche su scala globale. Il Dow Jones ha avviato la seduta in ribasso dello 0,2%; lo S&P 500 ha ceduto lo 0,3% mentre il Nasdaq Composite

Wall Street, nuova apertura in recupero sulla scia delle trimestrali

Wall Street continua il suo recupero dopo il tonfo di lunedì: i titoli azionari risultano favoriti dai risultati trimestrali pubblicati nel corso della mattinata. In luce il titolo Apple che mette a segno risultati superiori alle attese guidati dall’incremento dell’8% nella vendita degli iPhone. Il Dow Jones ha avviato la seduta in rialzo dello 0,7%

Wall Street tenta il rimbalzo, dopo l’ondata di vendite di ieri

Wall Street prova a risalire dopo la forte ondata di vendite subita lunedì e influenzata dai timori di una diffusione del coronavirus su scala globale. Il Dow Jones ha aperto in rialzo dello 0,4%, lo  S&P 500 ha guadagnato lo 0,5%, mentre il Nasdaq Composite ha messo a segno un +0,8% in avvio. Quello di

Usa, ripercussioni del Coronavirus su Wall Street: Nasdaq giù del 2,3%

Era ormai ampiamente attesa un’apertura decisamente negativa per Wall Street e così è stata: la paura dell’escalation nei contagi del coronavirus si è abbattuta sui maggiori listini erodendo l’1,8% al Dow Jones, l’1,8% allo S&P 500 e il 2,3% al Nasdaq Composite.  Soffrono in particolare i titoli delle compagnie aeree: Delta cede oltre il 4%,

Wall Street, Dow Jones in netto ribasso

Wall Street ha aperto in netto ribasso la seduta di giovedì 23 gennaio; il Dow Jones ha perso lo 0,64% a 25 minuti dall’apertura, lo S&P 500 cede lo 0,43% e il Nasdaq lo 0,32%. Fra le azioni più colpite oggi: Caterpillar (-1,52%); ExxonMobil (-1,49%) e Goldman Sachs (-1,17%).

Wall Street apre in rialzo, S&P 500 su nuovi record

Wall Street recupera dopo la battuta d’arresto di ieri e apre in rialzo nella seduta di giovedì 22 gennaio, trainata dai buoni conti trimestrali pubblicati da IBM. Il Dow Jones guadagna lo 0,2%; lo S&P 500 avanza dello 0,2%; il Nasdaq mette a segno un’apertura dello 0,4%. Per lo S&P 500 e il Nasdaq sono

Wall Street ritorna agli scambi in ribasso

Wall Street ha aperto in ribasso nella seduta del 21 gennaio, allontanandosi dai massimi storici toccati venerdì scorso e rimasti intatti lunedì (con i mercati chiusi per il Martin L. King day). Il Dow Jones cede lo 0,11%, lo S&P 500 è in ribasso dello 0,28% e il Nasdaq lo 0,21% Sotto i riflettori sono

Wall Street, apertura piatta in attesa della firma dall’accordo di Fase Uno

La borsa di New York non ha registrato grasse variazioni in apertura della seduta di mercoledì 15 gennaio: il Dow Jones ha aperto in ribasso dello 0,1% lo S&P 500 e il Nasdaq, invece, restano ancor più vicini alla parità. E’ attesa in mattinata (tardo pomeriggio nel fuso orario italiano) la firma dell’accordo commerciale di

Wall Street, apertura piatta mentre le banche svelano le prime trimestrali

Wall Street ha avviato la seduta del 14 gennaio senza registrare scossoni, con il Dow Jones in minimo rialzo dello 0,06%, lo S&P500 in calo dello 0,11% e il Nasdaq Composite in ribasso dello 0,12%. Sotto i riflettori il titolo JP Morgan, in rialzo del 2,22% in seguito alla pubblicazione dei dati trimestrali superiori alle

Wall Street apre su nuovi livelli record

All’indomani del raffreddamento dei toni da parte del presidente Trump sulle future mosse della politica estera Usa nei confronti dell’Iran Wall Street ha aperto su nuovi record: il Dow Jones ha avviato la seduta in rialzo dello 0,5%, lo S&P 500 dello 0,6% e il Nasdaq è salito dello 0,9%. Parallelamente i dati sulle richieste