Superbonus 110% verso proroga, scadenza a gennaio 2023

17 Dicembre 2020, di Mariangela Tessa

C’è “un forte impegno” sulla proroga del superbonus 100%, ovvero credito d’imposta al 110% per gli interventi di efficientamento energetico e per la sicurezza anti-sismica, e si sta lavorando a una proroga di 6 più 6 mesi, fino al primo gennaio 2023, con gli ultimi sei mesi per consentire il completamento dei lavori ai condomini che al giugno 2022 abbiano fatto almeno due SAL (dichiarazioni di Stato avanzamento lavori). Per il completamento dei lavori negli immobili Iacp la proroga sarebbe fino a giugno 2023.

E’ quanto precisano fonti Mef all’agenzia Ansa, che fanno notare che proroghe ulteriori non sono allo stato possibili perché richiederebbero altri 10 miliardi per un anno ulteriore, da reperire o con tagli al bilancio o a scapito di altri capitoli del Recovery Fund, sui quali come è evidente non è possibile prendere decisioni prima di aver definito l’allocazione complessiva delle risorse.

Previsto dal Decreto Rilancio dello scorso luglio, il “Superbonus 110%”, nella sua prima impostazione, aveva una scadenza prevista per il 31 dicembre 2021. Circa settanta parlamentari di maggioranza, e qualcuno dell’opposizione, ha proposto di prorogarlo fino al 2024, e il parlamento ha votato una risoluzione per impegnare il governo a trovare una soluzione.

Superbonus 110%, cosa è

Il Superbonus 110% si applica agli interventi effettuati da:

  • condomìni
  • persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) o altri istituti che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing”
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Onlus e associazioni di volontariato, associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.
  • I soggetti Ires rientrano tra i beneficiari nella sola ipotesi di partecipazione alle spese per interventi trainanti effettuati sulle parti comuni in edifici condominiali.

Superbonus 110%, gli interventi agevolabili