Sudcorea sotto cyberattacco, colpita anche presidenza

25 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – La Corea del Sud ha suonato l’allarme segnalando di essere sotto attacco cibernetico. Lo ha annunciato il ministero per le Scienze e comunicazioni, precisando che l’attacco informatico e’ di vasta scala, avendo recato anche danni della Casa Blu presidenziale.

“Il governo può confermare la notizia di un cyber-attacco da parte di hackers non identificati che ha causato la chiusura di numerosi siti, incluso quello della Casa Blu”, si legge nel comunicato del ministero. Il livello di allarme è il secondo su una scala di cinque.

Nessuna informazione ufficiale da parte dell’indiziata numero uno, la Corea del Nord. L’unica certezza è che anche alcuni siti nordcoreani, come Air Koryo e Rodong Sinmun, hanno smesso di funzionare per alcune ore.

C’e’ chi sospetta ci sia lo zampino del gruppo Anonymous il quale, via Twitter, ha pero’ smentito categoricamente di essere autrice delle incursioni nei siti sudcoreani.

Già nel Marzo scorso un violento attacco informatico aveva danneggiato 48mila tra computer e server in Corea del Sud, anche nel settore bancario e delle telecomunicazioni. In quel caso non si è mai trovato il colpevole, questa volta la ricerca, per ora, va avanti.