Stati Uniti verso una patrimoniale? La proposta di Bernie Sanders

7 Agosto 2020, di Mariangela Tessa

Stati Uniti verso l’approvazione di una patrimoniale? È ancora presto per dirlo, ma in base a un nuovo disegno di legge presentato dall’ex candidato in corsa per la Casa Bianca, Bernie Sanders, il “Make Billionaires Pay Act”, i big della tecnologia e altri miliardari Usa sarebbero costretti a consegnare miliardi di dollari di ricchezza che hanno guadagnato durante la pandemia di coronavirus.

La legge, se approvata, imporrebbe una tassa una tantum del 60% sui guadagni registrati dal patrimonio personale tra il 18 marzo 2020 e il 1 gennaio 2021.

I fondi verrebbero utilizzati per pagare le spese del sistema sanitario per tutti gli americani.

Si pensi solo al caso Amazon e Walmart, le cui azioni si sono impennate grazie al boom di ordini registrati durante la pandemia. Tutto ciò ha aggiunto miliardi di dollari in ricchezza per i loro azionisti di punta, rispettivamente l’amministratore delegato di Amazon Jeff Bezos e Walmart, la famiglia fondatrice dei Waltons.

Se fosse stata in vigore, dal 18 marzo al 5 agosto, il conto complessivo sarebbe stato pari a $ 731 miliardi di ricchezza, suddiviso tra 467 miliardari.

La CNBC ha calcolato quanto alcuni dei miliardari più noti a a Wall Street avrebbero pagato nel periodo compreso tra il 18 marzo e il 5 agosto:

Jeff Bezos (Amazon): $ 42,8 miliardi.

Elon Musk ( Tesla): $ 27,5 miliardi

Mark Zuckerberg (Facebook): $ 22,8 miliardi.

Famiglia Walton (Wal Mart): $ 12,9 miliardi