T-Voice: Stati Generali tra le contestazioni degli italiani

23 Giugno 2020, di Redazione Wall Street Italia

Wall Street Italia, in collaborazione con T-Voice ha cercato di capire come gli italiani hanno giudicato gli Stati Generali, la settimana di incontri decisa dal governo per mettere a punto un piano di rilancio dell’Italia, analizzando i commenti degli utenti pubblicati sul web e social network.

T-Voice si occupa di opinion mining, sentiment analysis e topic discovery e sfrutta algoritmi di artificial intelligence supervisionati con l’obiettivo di offrire una panoramica precisa di opinioni e sentimenti condivisi tramite web e social network.
Le analisi sono state condotte su più di 68.000 testi in lingua italiana riguardanti i temi “Stati Generali” presenti nel web e sui principali social network per il periodo che va dal 8 al 19 Giugno. Tutti i risultati sono presentati al netto degli “off-topic”, ovvero senza considerare quei testi che non contengono il tema di interesse.

Il sentiment dalla rete

L’ascolto del web mostra come il sentiment sia particolarmente negativo (71%). Ciò evidenzia l’opinione negativa che gli italiani hanno nei confronti degli Stati Generali appena trascorsi. Solo il 9% dei cittadini ritiene che il Governo stia procedendo nella giusta direzione e che la convocazione sia stata una misura utile.

I temi che fanno discutere

Gli algoritmi di artificial intelligence ci permettono poi di entrare maggiormente nel dettaglio dell’analisi delle opinioni delle persone sul web, estraendone i temi principali di discussione. Infatti, nelle ultime due settimane il dibattito con riferimento al tema degli Stati Generali si è concentrato su quattro aspetti di particolare rilevanza.

Il Piano economico nazionale integrato è quello relativamente più discusso (28%), seguito dal tema politico sulla mancanza di Democrazia (che racchiude le critiche nei confronti degli Stati Generali quale strumento non democratico).
È emerso inoltre un topic legato all’incapacità della governance politica italiana di comprendere i reali bisogni del paese, tema concentrato in Distanza politica-società. Infine, sempre presente è la tematica sulla Cassa integrazione e i problemi che le lentezze del sistema stanno causando a molte famiglie e imprese.

L’impatto dei driver sul sentiment degli italiani

Tramite la cross-topic analysis è possibile poi misurare il livello di relazione tra le varie analisi, permettendo così di analizzare congiuntamente come i vari temi di discussione incidono sul sentiment del momento. L’unico tema ad avere una influenza parzialmente positiva è il Piano nazionale. Il piano economico unitario e integrato tra le varie filiere produttive e dei servizi è in parte apprezzato dagli italiani.

Al contrario, hanno un impatto estremamente negativo i temi di Distanza politica-società, Democrazia e Cassa integrazione. Gli italiani percepiscono la governance attuale sempre più distante e incapace di cogliere quelli che sono i problemi reali che la popolazione sta affrontando, quali ad esempio i ritardi con i pagamenti della cassa integrazione che rischiano di creare gravi danni a famiglie e imprese.
Inoltre, la convocazione degli Stati Generali al di fuori del Parlamento ha acceso gli animi del web, che vede in tale manovra una lesione alla democrazia.