Sondaggi: crescono Pd e Forza Italia, che si avvicina al M5S

27 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Crescono Partito democratico e Forza Italia, cala il Movimento 5 Stelle: sono i dati del sondaggio settimanale di Swg sulle intenzioni di voto. Nel centrosinistra il partito di Matteo Renzi cresce di oltre un punto rispetto a una settimana fa (dal 41% al 42,6%), scende il consenso di Sel dal 3,1% al 2%. Con Idv allo 0,7 e altri a 0,5, la coalizione è al 45,8%.

Nel centrodestra Fi è al 18,1% oltre un punto in più rispetto al 16,7% della scorsa settimana. Ncd è al 4,4%, Fratelli d’Italia al 3,3, la Lega stabile al 6,6, altri allo 0,3. In totale la coalizione del centrodestra è al 32,7%. Scende di oltre un punto il consenso del Movimento 5 Stelle: dal 20,6% al 19%.

Sondaggi politici Ixè-Agorà del 20 giugno 2014

Qui si tratta la questione della fiducia nel Governo e nei leader, continuano a latitare le intenzioni di voto elettorali.

In una sola settimana, Matteo Renzi perde 5 punti e scende al 53%, Napolitano si conferma con il 39%, Grillo perde 1 punto e cala al 23%, Alfano guadagna consenso per 3 punti e sale al 19%, Salvini mantiene 1 punto su Berlusconi: 17% vs 16%, entrambi però salgono di 1 punto.

La fiducia nel Governo Renzi scende di 4 punti e passa dal 54% al 50%.

Al quesito sulla possibilità di fare la legge elettorale, il 53% risponde SI’, il 37% NO, il 10% non sa.

Sondaggi politici Demos 23 giugno 2014

Anche qui viene trattato il tema della fiducia nei leader, stavolta sulla base di una votazione su scala, rendiamo conto solo del principale.

Renzi passa da 63 a 74; Salvini da 17 a 38, Meloni da 26 a 36, Alfano da 33 a 34, Grillo da 22 a 30, Berlusconi da 23 a 27, Vendola da 24 a 23.

In concomitanza con il vertice Ue, cresce la fiducia in Renzi

Nella settimane delle nomine alla Commissione europea, l`indice di fiducia nel premier Matteo Renzi sale al 55%. È la stima di Ixè in esclusiva per Agorà (Rai3). Per l`istituto di sondaggi diretto da Roberto Weber resta stabile la fiducia in Napolitano e Salvini, e Silvio Berlusconi godrebbe della fiducia del 17% degli italiani.

Stesso segno infine per Grillo e Alfano: sia il leader del Movimento 5 stelle che quello di Nuovo centro destra perdono il 3% rispetto alla settimana scorsa.
(TMNews)