Sondaggi, continua a scendere la fiducia nel governo Berlusconi

9 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

La percentuale di giudizi positivi nell’operato di Silvio Berlusconi è oggi al 41% dal 50% di fine maggio secondo un sondaggio Ispo.
I giudizi negativi lievitano al 57 dal 48%, segnando uno dei cali di consenso più netti e repentini degli ultimi anni, scrive sul Corriere il sondaggista Renato Mannheimer.

Ispo cita tra i motivi del calo dei consensi il conflitto con le Regioni sulla manovra finanziaria, l’iter tormentato della legge sulle intercettazioni e l’inasprirsi del conflitto con Gianfranco Fini. Il Cavaliere riesce a contenere in parte l’erosione di consenso al Sud (-7%) mentre subisce perdite assai maggiori nel Nord-Est, ove il grado di approvazione passa dal 52% al 38%.

Tuttavia, dice ancora Mannheimer, “sin qui l’opposizione non sembra avere tratto particolare vantaggio dalla debolezza crescente del premier”. Il sondaggio Ispo, basato su 803 casi e con un margine di approssimazione del 3,5%, è disponibile sul ito www.sondaggipolitico elettorali.it.