Società al test delle trimestrali: previsioni al ribasso

15 Gennaio 2019, di Alessandra Caparello

In arrivo nei prossimi giorni una nuova stagione delle trimestrali, importante test per capire come le grandi società quotate in Europa e Stati Uniti stanno reagendo alle tensioni commerciali in atto.

Secondo le stime di S&P Market Intelligence, le società del paniere S&P 500 vedranno una crescita media dei profitti del 12,11% nel quarto trimestre dell’anno. Thomson Reuters fino a pochi mesi fa indicava una crescita media degli utili del 13% per le società del paniere Stoxx 600 mentre oggi intorno al 7 per cento. Stime drasticamente riviste al ribasso quindi e, come  spiega Doug Rao, Portfolio Manager del fondo Janus Henderson US Forty Fund al Sole 24 Ore:

Il profit warning di Apple non è stato un bel segnale. Il fatto che sia proprio dalle vendite in Cina che sia arrivata la delusione fa temere per tutti gli altri settori esposti su quel mercato che rischiano di pagare sulla loro pelle l’incertezza legata alla guerra commerciale».

Ma ci sono società e società come dice un altro manager del fondo di Bill Gross.

Siamo convinti che per Apple sarà un altro anno difficile. Il fatto che oltre il 60% dei ricavi arrivi da un solo prodotto, l’iPhone, rende la società vulnerabile alla concorrenza. In particolare da parte cinese. Per altre società del settore, come Alphabet o Facebook, siamo molto più positivi. Al netto della volatilità degli ultimi mesi siamo convinti che la tecnologia sia un’ottimo investimento in un’ottica di lungo periodo. Come avvenuto nell’ultimo decennio anche nei prossimi 10 anni la tecnologia è destinata a trasformare radicalmente le nostre abitudini di consumo e questo inevitabilmente avrà ripercussioni di mercato