Social media fuori moda, la bolla si sta sgonfiando

17 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – La bolla dei social media si sta sgonfiando. Secondo quanto riporta CB Insights, società di ricerca americana, lo scorso trimeste i gruppi Internet attivi nel settore hanno raccolto il 2% dei fondi messi sul mercato dai venture capitalist. Una percentuale nettamente inferiore rispetto al 6% investito dagli Angel investor nei due anni terminati a metà 2012.

Il picco è stato toccato durante il terzo trimestre del 2011, quando i gruppi di social network, Twitter in testa, raccolsero qualcosa come 3,8 miliardi di dollari pari al 21% dei fondi investiti dalle società di venture capital.

Ancora una volta, dunque, undici anni dopo il picco delle dot-com del Nasdaq, la Silicon Valley sta raggiungendo un nuovo punto di saturazione. “Siamo nel mezzo di un’altra bolla. “E questa volta la bolla è guidata da social media e dalle applicazioni studiate per il consumatore” “, ha fatto notare Matthew Cowan, co-fondatore della società di investimento Bridgescale Partners.

L’aria che tira sembra tuttavia meno pesante se confrontata alla bolla di Internet del 2000. Certo, le quotazioni di Zynga e Groupon sono andate a picco negli ultimi mesi, tuttavia gli investimenti complessivi in tecnologia continuano ad un ritmo affidabile. L’importo totale degli investimenti di rischio in aziende Internet nell’ultimo trimestre è stato 3,625 miliardi dollari, vicino ai livelli del terzo trimestre del 2011 e molto più alto di quanto non fosse in precedenza.