SI RIAFFACCIA IL TORELLO ALLA BORSA AMERICANA

28 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta molto brillante per il mercato azionario americano. Il Dow Jones si avvicina a quota 8.500 punti, e chiude con un rialzo del 2%, il Nasdaq si avvicina alla soglia psicologica dei 1.500 punti e cresce dell’1,93%, mentre per lo S&P500 (+1,78%) basti dire che si avvia a chiudere con aprile il miglior mese da molti anni a questa parte.

I DATI DI CHIUSURA
























































































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12 mesi Dif.(%) da min 12
mesi
Nasdaq IXIC 1462.20 1.93 1759.3 1108.5 -16.89% 31.91%
DJIA DJIA 8471.61 1.99 10353.43 7197.49 -18.18% 17.70%
S&P 500 SPX 914.84 1.78 1106.59 768.63 -17.33% 19.02%
Nasdaq 100 NDX 1107.13 2.21 1350.54 795.25 -18.02% 39.22%
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12 mesi Dif.(%) da min 12
mesi
Semiconduttori SOX 332.92 2.45 558.9 209.4 -40.43% 58.99%
Hardware GHA 178.51 2.34 230 110.5 -22.39% 61.55%
Oro-Argento XAU 65.51 -0.03 89.11 54.67 -26.48% 19.83%
Software GSO 110.33 2.06 136.99 77.63 -19.46% 42.12%
Networking NWX 157.96 3.19 224.8 79.3 -29.73% 99.19%
Difesa DFX 149.72 1.55 208.15 125.9 -28.07% 18.92%
Utility UTY 262.83 1.47 349.78 202.82 -24.86% 29.59%
Finananziario DJ_FIN 151.59 1.55 185.17 127.71 -18.13% 18.70%
Energia DJ_ENE 183.80 1.14 224.35 164.1 -18.07% 12.00%
Gas Naturale XNG 179.20 0.38 192.19 105.53 -6.76% 69.81%
Petrolifero OIX 248.32 1.12 330.96 232.66 -24.97% 6.73%
Internet ECM 53.82 2.38 54.67 29.2 -1.55% 84.32%
Assicurazione DJ_INS 304.47 2.29 368.67 248.17 -17.41% 22.69%
Retail RLX 298.31 2.01 345.6 243.8 -13.68% 22.36%
Biotech BTK 371.80 2.39 444 275.1 -16.26% 35.15%
Farmaceutico DRG 313.07 1.30 360.6 237.7 -13.18% 31.71%




















































































DATI
SUI MERCATI (b)
volume Nyse (*) 1269.37 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1444.56 Vix 23.05
volume Nasdaq 100
(*)
980.19 Vxn 32.68
volume DJIA (*) 213.56 Index put-call ratio 1.54
titoli Nyse in
rialzo
2450 Equity put-call
ratio
0.69
titoli Nyse in
ribasso
800 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
176 scadenza a 5 anni 2.83%
titoli ai massimi-Nyse
(c)
140 scadenza a 10 anni 3.90%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
18 scadenza a 30 anni 4.82%
titoli Nasdaq in rialzo
2090 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
1051 Future Crude $25.49
titoli Nasdaq
invariati
256 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
148 Cambio Euro/Dollaro 1.098
titoli ai minimi-Nasd
(c)
48 Cambio Dollaro/Yen 120.39

Elaborazione dati a cura dell’Ufficio Studi di
WallStreetItalia


LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna





IL COMMENTO DELLA SEDUTA

I motivi del rialzo sono vari. Intanto gli utili delle aziende sono migliori del previsto, come hanno dimostrato oggi colossi come McDonald’s e Procter & Gamble (vedi sotto).

Hanno poi contribuito psicologicamente a infondere ottimismo in borsa anche gli ultimi sviluppi sull’epidemia della polmonite atipica, con l’Organizzazione mondiale della Sanita’ che ha dichiarato finita l’emergenza in Canada, a Hong Kong, a Singapore e in Vietnam. Infine le voci secondo cui la Corea del Nord sarebbe disposta a sospendere il programma nucleare.

L’impostazione positiva e’ confermata dal fatto che al New York Stock Exchange e’ stato in funzione per gran parte della seduta il blocco degli ordini automatici di acquisto, una misura per evitare gli eccessi di rialzo.

“I mercati continuano ad essere dominati dagli utili societari migliori delle attese – dice a Wall Street Italia Cesare De Novellis, senior vice president della banca d’affari Jefferies -. Tra le societa’ che hanno comunicato i risultati in mattinata, appaiono particolarmente positivi i numeri di McDonald’s (MCD – Nyse), cresciuti non solo grazie ai tagli ai costi ma anche per l’aumento dei volumi di vendita. La strategia dell’a.d. Cantalupo di migliorare la qualita’ dei cibi comincia a dare i primi frutti e incidera’ positivamente anche sui prossimi trimestri.

La stagione dei profitti volge pero’ ormai al termine, e dalla prossima settimana si tornera’ a guardare ai dati macroeconomici. Gli operatori anticipano un confronto positivo mese su mese, e a mio parere i presupposti ci sono.

E’ il dollaro la vera incognita di questo mercato. Tecnicamente il biglietto verde puo’ ancora indebolirsi (c’e’ chi parla di quota 1,25). Inoltre, la mancata correlazione con il mercato azionario nelle ultime sedute suscita perplessita'”.

Tornando agli utili aziendali, da segnalare anche la trimestrale in linea con le stime del colosso del largo consumo Procter & Gamble (PG – Nyse).

Tra gli altri temi della seduta, buone notizie sono arrivate dalla Semiconductor Industry Association, secondo cui nel primo trimestre le vendite del settore chip sono aumentate del 13% a livello globale.

Aiutano i mercati anche gli sviluppi della vicenda SARS, con l’Organizzazione mondiale della Sanita’ che ha dichiarato finita l’emergenza in Canada, ad Hong Kong, a Singapore e in Vietnam, e le voci secondo cui la Corea del Nord sarebbe disposta a sospendere il programma nucleare.

Scarsa la reazione degli investitori ai dati macroeconomici comunicati nel pre-borsa. A marzo, il reddito personale e’ risultato in linea con le previsioni, mentre le spese personali hanno deluso il mercato.

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta e per i commenti sul sentiment degli operatori rialzisti e ribassiti clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.