Shutdown: a Trump non piace accordo bipartisan, firma a rischio

13 Febbraio 2019, di Mariangela Tessa

Non piace al presidente Usa Donald Trump l’accordo raggiunto lunedì scorso tra Democratici e Repubblicani per scongiurare un nuovo shutdown. Questo perché l’intesa non contiene i fondi promessi per la costruzione del muro con il Messico. È quanto ha dichiarato ieri l’inquilino della Casa  Bianca, che tuttavia non ha rigettato apertamente l’intesa, mentre i repubblicani hanno sollecitato il suo sostegno per approvarla.

Rimane dunque tutto da vedere se Trump sosterrà l’accordo, che include $ 1,37 miliardi per rafforzare la sicurezza al confine messicano, ben sotto i $ 5,7 miliardi chiesti dal tycoon. Allo stesso tempo, e questo è un segnale che fa ben sperare, Trump ha detto che non si aspettava un altro shutdown.

Il Congresso ha ora tempo fino a sabato di tempo per approvare il bilancio e finanziare il governo fino al prossimo 30 settembre. L’obiettivo dei negoziatori è stilare l’accordo sul bilancio entro la notte americana di lunedì.

Questo perché il testo possa passare il vaglio di Camera e Senato e arrivare sul tavolo del presidente per la firma entro venerdì 15 febbraio quando, alle 24 ora di Washington, le 7 del mattino in Italia, scadrà il termine.