Settimana della consulenza, Xausa (Assonova): consulente deve “adottare la vendita valoriale”

30 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Settimana della consulenza, Xausa (Assonova): consulente deve “adottare la vendita valoriale”

di Giuliano Xausa, Presidente Assonova 

Non possiamo negare di essere dentro ad una tempesta che si sta trascinando ormai da oltre due anni: l’epidemia da Covid, prima, che ha portato all’isolamento, alla solitudine, alla paura; l’inflazione, che ha prepotentemente rialzato la testa, causando forti perdite di potere reale dei propri risparmi, troppo spesso lasciati depositati sui conti; colpo finale, la guerra in Ucraina, trasformatasi anche, come l’abbiamo definita in Fabi, la prima guerra mondiale economica finanziaria.

A fronte di una situazione del genere, dubbi, indecisioni, panico spesso colpiscono l’investitore, in principal modo chi non si è affidato ad un consulente finanziario, sia esso dipendente di banca\rete o libero professionista. Solo chi si è affidato ad un esperto ed ha acquistato prodotti diversificati, investendo con un ordine temporale corretto, riesce ad affrontare con un minimo di serenità la situazione.

Oggi più che mai il difficile contesto storico, economico, politico dimostra come sia fondamentale, da parte del consulente finanziario, adottare la cosiddetta “vendita valoriale” che, come Assonova\Fabi, promuoviamo da molto tempo. Collocare il prodotto giusto, nel modo giusto, alla persona giusta, per la durata giusta, nella diversificazione giusta: questa è la vendita valoriale, che assicura al cliente una certezza di tranquillità anche nei momenti più difficili.
Nemici della vendita valoriale ci sono? Certamente sì: le pressioni commerciali improprie, in primis, che da sempre, come organizzazione, denunciamo e contrastiamo.

Oggi, però, la priorità rimane una: proseguire nella rotta intrapresa con il timone ben fisso. Ogni variazione conseguente alla paura, ogni “colpo di testa” dettato dalla fragilità dei tempi, potrebbe rivelarsi dannoso e controproducente.
Al risparmiatore, un consiglio da tenere sempre a mente: niente iniziative in proprio. Affidiamoci a consulenti esperti, informiamoci, valutiamo, confrontiamoci sempre con gli addetti ai lavori.
E, come ben sa uno che cammina in montagna, in caso di mal tempo mai abbandonare il sentiero principale.