SEC: YAHOO! E’ COME UN FONDO INVESTIMENTI

3 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

Yahoo! Inc. (YHOO), il piu’ famoso portale Internet, rischia la regolamentazione come fondo d’investimento visto che la Securities and Exchange Commission, l’ente americano di vigilanza sulla borsa, considera le sue numerose partecipazioni in altre societa’ come puri investimenti tipici di un fondo.

Il totale degli investimenti di Yahoo! e’ in continua crescita visto che, secondo il rapporto trimestrale della societa’, alla fine del 1999 il totale ammontava a 251 miliardi di dollari, il 17% in piu’ rispetto all’anno precedente (1,9 milioni di dollari).

Fino qui la SEC non avrebbe niente da dire. Tuttavia, i dati presentati non includono gli investimenti in Yahoo Japan Corp (J.YHO), la joint venture giapponese di cui Yahoo! possiede il 34% – Softbank Corp. (J.SFT) ne detiene la maggioranza.

La quota di investimenti nella venture giapponese, di circa 10 miliardi di dollari, porta gli investimenti totali di Yahoo! sopra la quota del 40% oltre la quale la SEC, secondo il Investment Company Act of 1940, impone la regolamentazione piu’ severa e costosa riservata ai fondo d’investimento.

Yahoo ritiene che la partecipazione nella venture giapponese sia da considerare piu’ di un puro investimento. Secondo Diane Hunt, portavoce di Yahoo!, le societa’ Internet dovrebbero ricevere una “dispensa” particolare dall’Investment Act (la legge che regola gli investimenti negli Usa)visto che queste hanno attivita’ meno tangibili rispetto a societa’ piu’ tradizionali.

A questo scopo Yahoo! ha depositato presso la SEC la documentazione necessaria per la richiesta di una esenzione.

Un’esenzione consentirebbe alla societa’ di mantenere gli investimenti e di effettuarne altri nel futuro anche se il valore superasse il 40% delle attivita’ totali – limite imposto proprio ai fondi d’investimento.

La societa’ californiana si aspetta una risposta entro la meta’ del prossimo maggio.

Yahoo aveva gia’ presentato domanda per un’esenzione nel 1998. Tuttavia, la richiesta era stata rigettata dall’ente americano di vigilanza sulla borsa.

Il problema, tuttavia, non riguarda esclusivamente Yahoo. Gia’ l’anno scorso, CMGI Inc. (CMGI), che detiene numerose partecipazioni in diverse societa’ tra cui anche il portale Lycos (LCOS), ha rischiato di essere classificata dalla SEC come fondo d’investimento e quindi di sottostare alla legislazione del settore.