SCUDO FISCALE: TREMONTI VARA UNA PROROGA DI EMERGENZA (IN CERTI CASI)

30 Novembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

È in arrivo una circolare dell’Agenzia delle Entrate nella quale si dovrebbe chiarire fino a quando è possibile concludere le operazioni di rimpatrio o regolarizzazione dei capitali, ferma restando la scadenza del 15 dicembre per la dichiarazione riservata e per il pagamento dell’imposta straordinari. Lo scrive Il Sole 24 Ore online.

Secondo quanto si apprende, l’amministrazione finanziaria potrebbe dare tempo fino ad un anno nei casi in cui la mancata conclusione delle operazioni di emersione è legata a «cause oggettive non dipendenti dalla volontà del contribuente». Sempre secondo quanto si apprende la circolare sarebbe in arrivo tra oggi e domani.

Tra le cause che ammettono il «ritardo» nel completamento delle operazioni, ma non anche nel pagamento dell’imposta sostitutiva, ci sono, per esempio, i ritardi nell’esecuzione dei bonifici transfrontalieri da parte degli intermediari non residenti, la necessità di completare operazioni di liquidazione delle attività o la necessità di acquisire la redazione di eventuali perizie di stima al fine di attestare il valore di beni come gioielli o oggetti d’arte.