Scoperta e smantellata cellula Isis in Italia: 3 arresti

25 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Reclutavano aspiranti jihadisti in Italia: sono stati arrestati due albanesi e un italiano di origine marocchine che avevano costituito una cellula simpatizzante dell’Isis.

La polizia ha arrestato i tre con l’accusa di reclutamento con finalità di terrorismo. L’italiano è indagato per apologia di delitti di terrorismo, aggravata dall’uso di Internet.

Diverse perquisizioni sono in corso in Lombardia, Piemonte e Toscana nei confronti di alcuni simpatizzanti del Califfato emersi nelle indagini, fa sapere la polizia in un comunicato.

Dei due cittadini albanesi arrestati, zio e nipote, il primo è residente in Albania e l’altro in provincia di Torino. Anche il 20enne cittadino italiano di origine marocchina è residente in provincia di Torino.

“Personale del servizio centrale antiterrorismo, della questura di Brescia e del servizio di cooperazione internazionale di polizia sta operando in Albania, nella regione di Tirana”, si legge nel comunicato.

Il questore Esposito, al telefono con Reuters, ha spiegato che “le investigazioni hanno portato alla luce una filiera albanese di reclutamento di terroristi internazionali”.

“Tutto nasce dagli sforzi della Digos per rintracciare un italo marocchino, residente in provincia di Brescia, inserito nella lista dei 65 foreign fighters italiani, che era partito nel settembre 2013 dall’Italia per unirsi all’Isis”, ha aggiunto il questore.

Fonte: Reuters

(DaC)