Schaeuble: “Non posso più escludere default Grecia”

21 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ATENE (WSI) -“Non posso escludere un default della Grecia”: con queste parole il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble gela Atene.

Al Wall Street Journal che gli chiedeva se era capace di rinnovare le rassicurazioni fornite nel 2012 sul fatto che la Grecia non avrebbe fatto default sul debito pubblico Schaeuble ha detto che “dovrei pensare a lungo prima di poter ripetere lo stesso concetto nella situazione attuale”.

“La decisione democratica e sovrana della gente greca ci ha messo in una situazione molto diversa da allora”.

Schaeuble dice che l’ottimismo espresso di recente da Atene “non è giustificato” almeno non da quello che sente dei colloqui con la troika.

“Non c’è ancora della sostanza che va ad aggiungersi al mero annuncio che siamo vicini a trovare un accordo”, ha detto a Reuters.

Nel frattempo la sua controparte ellenica, il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis ha detto ieri a Channel 4 che se Atene può pagare solo uno tra Fmi e pensionati e salari dei funzionari pubblici, la priorità andrebbe ai pensionati e ai lavoratori del settore statale”.

Il premier greco Alexis Tsipras terrà oggi con la Cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande colloqui in privato dopo cena, a margine del summit dell’Eurogruppo di Riga.

Il ministro del Lavoro greco Skourletis ha assicurato che “raggiungeremo un accordo basato su prestiti in cambio di riforme nei prossimi giorni”.
[ARTICLEIMAGE]
L’ipotesi più probabile è che Atene otterrà un’estensione del bailout attuale fino al prossimo autunno in cambio di una riforma dell’Iva. La riforma del sistema pensionistico e del mercato del lavoro verranno rimandate a dopo l’estate.

Secondo le previsioni di Mujtaba Rahman, capo analista di Eurasia Group, la Grecia e i suoi creditori raggiungeranno un accordo a breve termine a inizio giugno.

Fonte: Wall Street Journal

(DaC)