Schaeuble, ad Atene uomo più odiato dai greci

18 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Wolfgang Schaeuble, ergo l’uomo molto probabilmente più odiato dai greci, viste le misure di austerity che sono state imposte dall’inizio della crisi dei debiti sovrani sulla Grecia, arriverà oggi ad Atene.

Clima di forte tensione sociale, dopo che il Parlamento, sotto diktat della troika, ha approvato un disegno di legge che prevede entro la fine dell’anno 25.000 tra licenziamenti e cassa integrazione.

Forse dell’ordine allertate, come è avvenuto lo scorso anno per la visita della cancelliera Angela Merkel.

Massima allerta, se si pensa che fino alla tarda serata di ieri non era stato ancora reso noto il programma della visita del ministro delle finanze tedesco. Ma in clima di forte rafforzamento delle misure di sicurezza, a partire dalle 9 fino alle 20 saranno proibite tutte le riunioni in luoghi pubblici; divieto anche di sfilate nelle vie cittadine soprattutto nei pressi dell’ambasciata di Germania.

Schaeuble ha intanto annullato l’incontro richiesto da lui stesso con l’arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia, Ieronymos. Osservatori locali sostengono che da più parti si è temuto che Ieronymos, come è solito fare spesso davanti alle telecamere, potesse esprimersi contro i Memorandum e le rigide misure economiche che la Grecia è stata costretta ad accettare.