Scandalo Finmeccanica mette nei guai Cameron e UK

19 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Lo scandalo Finmeccanica, con l’arresto dell’amministratore delegato Giuseppe Orsi per corruzione internazionale, ha irritato e spaventato non poco il premier britannico David Cameron, che si è recato in India per ribadire l’eccellenza di Augusta Westland, controllata anglo-italiana di Finmeccanica.

Durante la sua visita in India, Cameron ha riferito alla BBC News che Westland è un'”azienda eccellente”, e che il caso delle tangenti pagate per aggiudicarsi un contratto nel paese riguarda l’India e Finmeccanica. “Finmeccanica è una società italiana. Questo è un problema tra le autorità indiane e l’Italia”, ha precisato il premier.

In un’altra intervista a NDTV, Cameron ha sottolineato che l’obiettivo principale è quello di realizzare i migliori elicotteri. “Nessuno ci ha chiesto di lanciare un’indagine. Ma ci concentreremo sulla questione molto seriamente, se qualcuno dovesse chiedercelo”.

Il Regno Unito rischia comunque di pagare caro lo scandalo di Finmeccanica. Il governo indiano ha infatti ribadito venerdì scorso il desiderio di cancellare la commessa da $750 milioni per la dozzina di elicotteri realizzati da AgustaWestland.

I funzionari indiani hanno anche affermato che intendono fare pressioni su Cameron perchè presenti un “rapporto esaustivo” su cosa la Gran Bretagna sapesse riguardo allo scandalo.

ASCOLTA INTERVISTA BBC