SCANDALI: USA, CORTE NY GRAZIA MERRILL SU ANALISTI

1 Luglio 2003, di Redazione Wall Street Italia

La Corte distrettuale di New York ha respinto una causa avanzata nei confronti di Merrill Lynch da diversi investitori americani che la accusavano di aver fatto perdere loro migliaia di dollari in seguito alle ricerche irregolari compiute da suoi analisti nei confronti di società quotate.

In particolare, il Tribunale guidato dal giudice Milton Pollack ha deciso di respingere l’azione collettiva aperta verso Merrill Lynch per il comportamento tenuto da Henry Blodget – ex stella dei suoi analisti nel settore tecnologico e già nel mirino delle autorità giudiziarie – il quale avrebbe recensito in maniera ottima due Internet Company, la 24/7 Real Media e la Interliant, sostenute da Merrill Lynch per il loro collocamento in Borsa e risultate invece poco solide.

Nonostante la sentenza favorevole della Corte distrettuale di New York, Merrill Lynch è ancora al centro di 25 azioni collettive, sempre in materia di ricerche dubbie sulle aziende quotate, da parte dei suoi analisti.