SAVONA: L’ECONOMIA NON RISCHIA LA CRISI GLOBALE

3 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Secondo l’economista Paolo Savona l’economia non corre il rischio di una crisi internazionale come conseguenza del rallentamento di quella americana.

Il Presidente del Fondo Interbancario ritiene, come avevano previsto altri economisti, che stiamo assistendo al cosiddetto “soft landing” (atterraggio morbido).

“I sintomi del soft landing – ha dichiarato l’economista durante un Convegno – ci sono tutti, come voleva e ha ricercato il Presidente della Fed americana Greenspan, e -aggiunge- più che lo scontro tra i Presidenti americani ha inciso la politica monetaria di questi ultimi anni.”

Per Savona non c’e’ il pericolo di una crisi internazionale perchè c’è fiducia in Greespan e perchè sia gli operatori di mercato che le istituzioni hanno imparato la lezione.

E rileva che si va verso una maggiore serenità nella valutazione dei profitti, soprattutto nelle aziende elettroniche e di telecomunicazioni, valutazione che è mancata nell’ultimo periodo.

Un periodo caratterizzato “da uno sviluppo poco ordinato perchè i corsi azionari sono cresciuti molto al di là dei profitti e il prezzo del petrolio è arrivato a livelli insostenibili.”