SAMSUNG: CARENZA MICROCHIP FINO AL 2002

6 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Samsung Electronics Co. Ltd ha annunciato questa mattina che la carenza di microprocessori sul mercato potrebbe protrarsi per altri due anni aumentando la domanda in un settore gia’ valutato circa $30 miliardi.

“La crescente domanda di chip per telecamere, televisori e lettori DVD dovrebbe sorpassare la domanda di personal computer, in continua diminuzione”, ha detto Lee Yoon Woo, direttore generale della divisione semiconduttori di Samsung.

“Il boom del settore Internet e di quello dei prodotti digitali incideranno profondamente sulle scorte di di microprocessori almeno sino al 2002”.

Le previsioni della societa’ sud coreana seguono il recente calo del 33% registrato dal titolo dal 13 luglio scorso, data in cui il titolo aveva raggiunto il massimo di 394.000 won sul mercato di Seul.

Samsung ha intenzione di investire 5.700 miliardi di won (circa $5,2 miliardi) sul mercato dei chip e, a partire dal prossimo anno, spendera’ $3,5 miliardi fino al 2003 per la costruzione di nuovi stabilimenti di produzione.

Sebbene i commenti di Samsung siano piuttosto negativi, alcuni analisti ritengono che la societa’ sia stata troppo prudente per quanto riguarda le previsioni della domanda per prodotti chiave.

“Ci si aspetterebbe che Samsung arrivi a coprire il 40% del mercato totale delle attrezzature per il comparto dei semiconduttori, mentre la quota attuale e’ solo del 25%”, ha commentato Keon Han, analista della sede di Hong Kong della banca d’investimento Bear Sterns.

“Le valutazioni sulla societa’ sud coreana si basano su informazioni errate o non comprese”.