Salone Risparmio, Lamanna (State Street): effetto MiFid 2 positivo

10 Aprile 2018, di Alessandro Chiatto

In occasione della nona edizione del Salone del Risparmio organizzato da Assogestioni, come ogni anno Wall Street Italia ha intervistato i protagonisti del mondo del risparmio gestito e della consulenza finanziaria italiana. Il Salone del Risparmio si svolge presso MiCo – Milano Congressi, il centro congressi più grande d’Europa.

Riccardo Lamanna, Country Head Italy di State Street Global Services, sottolinea che nell’industria dell’asset management “stiamo stati abituati a tanti anni di crescita ma questa crescita potrebbe essere in qualche modo ridotta nel corso del tempo e potrebbe essere messa in crisi da una serie di nuovi competitor che entrano nel mercato del risparmio gestito: capire il contesto, innovare, sperimentare diventa fondamentale” per le aziende del settore.

Sull’arrivo della direttiva MiFid 2 secondo Lamanna le conseguenze non sono particolarmente rilevanti per quello che fa State Street Global Advisors. L’impatto che si sta effettivamente osservando sul mercato del risparmio gestito più in generale, invece, “è che ci sarà una polarizzazione tra grandi gestori che creano prodotti in linea con le esigenze del cliente e piccoli operatori che vanno a coprire i buchi dove i grandi operatori non riescono ad arrivare”.

“La necessità di trasparenza è positiva” dal momento che “chi non opera in maniera virtuosa e non lo fa nell’interesse dell’investitore verrà escluso”.