Sale il Bund. Motivo: avversione al rischio

12 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’incertezza del momento, confermata dalle forti vendite sull’azionario, porta gli investitori a optare per una strategia di fly-to-quality che stavolta non porta beneficio alle commodities, ma ai titoli di stato tedeschi.

Il Bund, in particolare, secondo quanto ha detto Carla Tretto in una intervista a Class Cnbc, torna a salire di 40 punti rispetto alla chiusura di ieri e anche il paniere dei titoli di stato europei è in rialzo. Il trend, spiega l’esperta, “può essere spiegato anche con la buona performance dei titoli di stato Usa, che trova la sua ragione nei timori dell’adozione di nuove manovre di politica monetaria restrittiva in Cina”.

Il timore che l’inflazione cinese costringa le autorità di Pechino a procedere a nuovi rialzi dei tassi condiziona infatti tutti i mercati, compresi quelli delle commodities che, con i cali attuali, stanno scontando la preoccupazione di un rallentamento della seconda economia del mondo. Di qui, il ritorno degli investitori sui titoli di Stato Usa e di conseguenza anche sul Bund.