Saipem: aumento di capitale da 3,5 miliardi

28 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Deciso dal cda Saipem un aumento di capitale fino a 3,5 miliardi di euro che dovrà essere approvato dall’assemblea straordinaria il prossimo 2 dicembre, insieme ad un rifinanziamento straordinario del debito e un bussiness plan aggiornato ogni quattro anni. L’operazione dovrebbe concludersi nel primo semestre del 2016.

Si prevede anche che il 12,5% del capitale di Saipem dall’Eni verrà rilevato dal Fondo strategico italiano (Fsi). Non potrà essere inferiore a 7,4 euro il prezzo delle singole azioni, né tantomeno superiore a 8,83. Eni e Fsi garantiranno la sottoscrizione delle loro quote e la parte rimanente sarà garantita da un consorzio di banche.

Già comunicata in occasione della semestrale e ora confermata la guidance 2015, che prevede ricavi underlying a 12 miliardi, un ebit adjusted in rosso 250 milioni e un ebit in rosso per 450 milioni. La perdita netta sarebbe di 800 milioni con un debito sotto i 5 miliardi escludendo l’impatto della fluttuazione del cambio euro/dollaro.

(Aca)