Rumor scatenati su Deutsche Bank e Commerzbank

31 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Banche positive, sulla scia di nuovi rumor arrivati direttamente dalla Germania. Rumor a cui, evidentemente, la borsa crede.

Tutto è iniziato con l’articolo pubblicato sulla rivista tedesca Manager Magazin, da cui è emerso che Deutsche Bank avrebbe considerato l’opzione di una mega fusione con Commerzbank.

Immediato l’appeal speculativo sul titolo Commerzbank, che ha tra beneficiato anche delle parole di John Cryan, amministratore delegato di Deutsche Bank, che ha affermato che è necessario che in Europa ci siano più fusioni tra le banche, al fine di aumentare la redditività del settore.

Nel suo sito, la rivista ha scritto che l’articolo sull’intenzione di Deutsche Bank di fondersi con Commerzbank “è di natura solo teorica”: il colosso starebbe valutando infatti anche altre opzioni.

Intanto Martin Zielkie, amministratore delegato di Commerzbank, si è limitato a ripetere quanto detto da Cryan, sottolineato che l’impressione è che ci siano troppe banche in Germania. Aggiungendo che Commerzbank è “ben capitalizzata”.

Negli ultimi mesi, la performance dei due titoli non ha certo brillato, sulla scia delle preoccupazioni che persistono tuttora sulle banche dell’Eurozona.

Il numero uno di Deutsche Bank Cryan ha parlato oggi in occasione di una conferenza finanziaria che si è svolta a Francoforte: sulle banche europee, il dirigente ha parlato di un “dilemma”, che trova le sue origini in una competizione eccessiva presente nel settore, negli ostacoli che incombono sull’economia e in utili che sono più bassi. Le banche, ha sottolineato, sono molto meno rischiose di quanto lo fossero durante la crisi finanziari, ma “molto meno redditizie”.

Alla domanda sui rumor trapelati in mattinata, esattamente sulla possibilità che ci sia una opzione di una fusione con Commerzbank,Cryan ha risposto semplicemente con un no.