Roubini: “Brexit sancirà fine dell’Ue”

8 Aprile 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Se il Regno Unito decide di uscire dall’Unione Europea ci saranno conseguenze su scala mondiale e non solo per il paese oltremanica. Secondo Nouriel Roubini un evento di Brexit creerebbe tutta una serie di incertezze, scatenando un effetto a catena pericoloso in Europa. Tale da mettere a repentaglio l’esistenza stessa del blocco a 29.

“Catalani e scozzesi inizieranno a chiedere anche loro l’indipendenza” dagli stati sovrani di Spagna e Regno Unito. Crescerebbe inoltre il disagio in alcuni Stati membri dell’area settentrionale virtuosa dell’Unione Europea come la Svezia, che incomincerebbero a mettere in dubbio la loro appartenenza all’area euro.

“Sarebbe l’inizio della fine dell’Unione Europea”, ha dichiarato a Bloomberg il professore della New York University, citando anche l’altro evento choc che potrebbe sancire la morte del progetto delll’Europa unita: la Grexit.

“Sono questi i rischi di cui ci si deve preoccupare”, ha chiosato il presidente di Roubini Global Economics Monitor, una società economica specializzata in analisi finanziaria, uno dei pochi economisti che anticipò lo scoppio della bolla immobiliare nel 2007-2008.